I quotidiani cartacei perdono il controllo dell'ultima frontiera che li separava dalla digitalizzazione totale


Per la prima volta nella storia delle rilevazioni sulla stampa del Pew Research Center, il numero di persone informate attraverso i social network è superiore a quello delle edizioni cartacee dei quotidiani.

Dei cinque aspetti informativi analizzati (televisione, siti di informazione, radio, social network e giornali), la stampa cartacea è ormai la meno consultata negli Stati Uniti.

Mentre il 20% degli americani intervistati ammette di leggere le proprie notizie principalmente attraverso i social network, solo il 16% riporta di leggere i giornali su carta. Nel 2016, la situazione era invertita, ovvero il 18% preferiva il web, mentre il 20% leggeva i giornali cartacei, ma negli ultimi due anni piattaforme come Facebook, Twitter, Youtube e Instagram hanno deciso di dare il sorpasso finale ai giornali.
"Il piccolo vantaggio dei social network rispetto alla stampa cartacea emerge dopo anni di calo costante nella circolazione dei giornali e di modesto aumento della quota di cittadini che utilizzano i social network", hanno spiegato gli analisti della Pew. 
Gli altri media tradizionali mantengono il loro valore informative: il 49% degli intervistati riferisce infatti di guardare la televisione (contro il 57% nel 2016), il 33% visita i siti di informazione (28% nel 2016) e il 26% ascolta la radio (25% due anni fa). La radio peraltro è l'unico formato tradizionale (e digitale) che mostra una crescita (dell'1%) negli ultimi due anni, dato che sia la televisione che i giornali continuano a scendere.
"E se si guarda all'uso combinato delle notizie online (la percentuale che viene spesso riportata su siti web o social network), il web si avvicina alla televisione come fonte di notizie (il 43% riceve notizie sul web e il 49% in televisione)”.
La preferenza per i media digitali è più marcata tra i giovani. Gli ultrasessantacinquenni hanno cinque volte più probabilità di guardare i notiziari televisivi rispetto a chi ha tra i 18 ed i 29 anni, mentre solo il 16% della popolazione giovane guarda frequentemente i notiziari televisivi. Quindi i giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni hanno quattro volte più probabilità di essere informati attraverso i social network rispetto agli adulti di età superiore ai 65 anni.

La stampa cartacea è ovviamente ancora popolare tra gli anziani. Mentre quasi quattro persone su 10 di età superiore ai 65 anni di solito leggono le notizie sui giornali cartacei, non più del 18% degli altri gruppi di età riportano lo stesso comportamento. Nella fascia di età 30-49 anni, i siti di notizie sono i più popolari, con il 42% di preferenze, rispetto al 27% dei più giovani.


Photocredit: Pexel.com


0 commenti:

Posta un commento